Aree Marine Protette - Puglia Storie di Mare

Postato in Pubblicazioni

aree protette marineLa guida “Puglia Storie di Mare” è stata realizzata nell’ambito del Progetto Interregionale sul Turismo Balneare, dal Consorzio di Gestione di Torre Guaceto, dalla Legambiente Puglia, dall’Università di Foggia e dal Consorzio di Gestione dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo.Il progetto ha l’obiettivo di valorizzare il sistema delle Aree Marine Protette Pugliesi (Isole Tremiti, Torre Guaceto e Porto Cesareo) e farle conoscere ai turisti italiani e stranieri. Per raggiungere questo obiettivo fondamentale è stato realizzato materiale promozionale da diffondere presso le strutture turistico ricettive e di informazione turistica del territorio a cominciare dai centri visita delle tre Aree Marine Protette. Tutto il materiale promozionale è stato prodotto in due lingue (italiano e inglese) e comprende: una guida che illustra le tre Aree Marine Protette con i relativi itinerari naturalistici, gastronomici e archeologici fruibili; tre cartoguide e una locandina con le attività da svolgere e i servizi erogati nelle Aree Marine pugliesi.

La presente guida focalizza l’attenzione sul patrimonio naturalistico e storico-culturale della costa pugliese lunga circa 800 km, proponendo degli itinerari che prendono come punto di riferimento per l’esplorazione il mare protetto di Puglia, ossia le Aree Marine Protette delle Isole Tremiti, ricadenti nel Parco Nazionale del Gargano, di Torre Guaceto e Porto Cesareo. Partendo da queste aree di eccellenza ci si sposta verso interessanti tratti di costa limitrofi e aree rurali con termini per approfondirne la conoscenza naturalistica e storico-archeologica.

In particolare gli itinerari costieri sono stati ripartiti in tre grandi macro-aree:

- la costa del Gargano con l’itinerario garganico che illustra la costa dell’alto Adriatico, e fa riferimento all’AMP delle Isole Tremiti;

- la costa medio-adriatica del Salento con l’itinerario adriatico che va da Monopoli a Brindisi, e fa capo all’AMP di Torre Guaceto;

- la costa ionica del Salento con l’itinerario jonico che da Gallipoli arriva fino a Taranto ed ha come riferimento l’AMP Porto Cesareo.

 

"Un mare cristallino, dalle mille diverse sfumature, riflette la luce di Puglia.
Dalle marine a Nord del Gargano, immerse nell’area umida dei laghetti salati e fronteggiate dalle splendide Isole Tremiti, e dalle rocce del promontorio inframmezzate da meravigliose calette di sabbia, si scende alle saline e si giunge alla lunga linea di costa che fa dell’Adriatico un mare celebrato da poeti e letterati, con la sua acqua verd’azzurra che guarda verso Oriente ed evoca le navi dei viaggiatori e dei guerrieri che ne hanno animato la vita attraverso i secoli.
Dietro la linea di costa compaiono le maestose cattedrali, i castelli fortificati, i porticcioli turistici e i rifugi dei pescherecci, nella successione delle magiche dune di sabbia che sconfinano nella Riserva di Torre Guaceto terminando a Brindisi, storica città di mare e di passaggi di popoli.
Infine lo Ionio, con Gallipoli e Porto Cesareo affacciate sulla chiara trasparenza acquea da mar dei Caraibi, e Taranto con i suoi due mari, capitale della Magna Grecia, patria di cultura e luogo di fascino millenario.
Una Puglia speciale, quella del mare: una Puglia dal richiamo irresistibile, dai colori sorprendenti, densa di storia e di poesia, che intriga il viaggiatore e lo cattura avvolgendolo nello splendore delle sue acque, nel calore della sua accoglienza, nel profumo dei suoi cibi antichi e nella vitalità delle sue genti"

 

Silvia Godelli

Assessore Regionale al Mediterraneo

 

 

Tre sono le Aree Marine Protette, perle della Puglia: sul versante ionico della Puglia "l’Area Marina di Porto Cesareo" e, sul versante adriatico, quella di "Torre Guaceto" e delle "Isole Tremiti".

 

PORTO CESAREO (LE) 

L'Area Marina Protetta di Porto Cesareo è dislocata nella parte orientale del golfo di Taranto che costituisce la zona più settentrionale del mare Ionio. La superficie marina occupata è di circa 17.000 ettari, si distende per circa 18 Km. lungo la costa del comune di Porto Cesareo e per circa 6 Km. lungo la costa del comune di Nardò.
L'area marina protetta di Porto Cesareo è stata istituita con decreto del Ministero dell'Ambiente del 12 dicembre 1997, essa si distende fino a circa 7 miglia dalla costa, tra Punta Prosciutto e Torre Inserraglio, dove  grazie ad un progetto di riqualificazione, vecchie torri di avvistamento che saranno trasformate in punti di osservazione di tutta l’area e in centri di divulgazione per i visitatori.

 

TORRE GUACETO (BR)

 

Sull’Adriatico invece nell’Area Marina Protetta di Torre Guaceto, che si estende su un area di 2.240 ettari.
Questo tratto di costa, lungo sei chilometri, comprende un paesaggio dai forti caratteri mediterranei che dal mare scivola oltre le dune, attraverso la macchia mediterranea e le paludi, fino ad un uliveto secolare. Ogni forma e colore del Parco é voluta e modellata dal mare.
Il tratto di litorale che delimita l'AMP, nonostante sia relativamente breve, è caratterizzato da una linea di costa molto varia; in particolare, in corrispondenza del lato meridionale della Torre di Guaceto, la costa è lineare ed è costituita prevalentemente da una falesia argillosa. 
In prossimità della Torre e per alcune centinaia di metri rispetto al lato settentrionale della stessa, la costa è caratterizzata da una piccola falesia rocciosa con contorni frastagliati che formano una serie di piccole insenature. Nel tratto successivo, continuando verso Punta Penna Grossa, la costa diventa bassa e sabbiosa.
La formazione delle dune è dovuta all'azione congiunta del vento proveniente dal mare, che trasporta i granelli di sabbia verso l'interno, e dell'effetto frenante offerto dalle piante pioniere che crescono sulla spiaggia, che modellano i depositi sabbiosi parallelamente alla linea di costa.

 

ISOLE TREMITI (FG)

 

L’arcipelago delle Isole Tremiti è composto da tre isole - San Domino, San Nicola Capraia - un isolotto - Cretaccio - ed alcuni scogli. Si trova a 12 miglia marine al largo della costa settentrionale del Gargano, nel Mare Adriatico. Dal 1989 le isole, dalla costa frastagliata e ricca di grotte, sono diventate riserva naturale marina. L’isola più grande è quella di San Domino, dedita al turismo, dove è presente l’unica spiaggia sabbiosa dell’arcipelago (Cala delle Arene). Il loro antico nome era Isole Diomedee, dell’eroe greco Diomede, il quale, secondo la leggenda, gettò in mare tre sassi poi riemersi come fossero isole.


 

 


 

Photogallery:

presentazione guida Aree Marine Protette presentazione guida Aree Marine Protette presentazione guida Aree Marine Protette