Legambiente Putignano presenta la XX ed. della "Sagra del fungo e dei sapori di bosco" | 17-18 ottobre 2015

on . Postato in Contributi dai Circoli

Putignano, città del Carnevale, consacra il mese di ottobre alla scoperta dell’enogastronomia locale. Sabato 17 e domenica 18 ottobre il borgo antico della città farà da cornice alla 20ma edizione della “Sagra del Fungo e dei Sapori di Bosco”, evento che il Comune di Putignano – Assessorato Cultura e Turismo – promuove e organizza assieme all’Associazione Putignanese Cercatori Funghi, all’Associazione Putignanese Funghi e al Gal Terra dei Trulli e Barsento.

Dossier Stop Pesticidi 2015

Sulla scia del rinnovato“concept” della Sagra già avviato nell’edizione 2014, l’indirizzo programmatico dell’Assessorato è quello di puntare a rafforzare la valenza dell’evento quale vera e propria “vetrina” di promozione turistica per il paese, una scelta di marketing territoriale in linea con le iniziative sostenute durante l’estate e l’inverno, per veicolare la conoscenza delle tradizioni (compresa quella del Carnevale), del patrimonio storico e artistico, paesaggistico ed ambientale di Putignano anche in un mese, come ottobre, non particolarmente interessato dal turismo, in particolare quello extraregionale.

La Sagra presenta anche quest’anno un programma particolarmente ricco e variegato di appuntamenti. L’obiettivo è creare un attrattore capace di incentivare la sosta in zona dei turisti per l’intero week-end, ma non solo: la volontà è quella di far sì che la Sagra putignanese diventi un appuntamento riconosciuto a livello territoriale, per far apprezzare alcuni piatti tipici e prodotti agroalimentari peculiari della nostra tradizione e nel quale inserire uno spazio tutto dedicato alla discussione su alcuni importanti temi, quali la conoscenza, tutela e valorizzazione del paesaggio boschivo, l’enogastronomia locale (soprattutto quella legata al periodo autunnale) e il turismo enogastronomico. Viene rafforzato dunque anche per quest’anno l’abbinamento dell’aspetto folklorico con momenti di “riflessione colta”: la Sagra si apre il 16 ottobre con una conferenza sul tema “Strategie e percorsi di valorizzazione per un turismo enogastronomico sostenibile”, cui prenderanno parte in veste di relatori appartenenti al mondo istituzionale ed accademico, tra i quali i rappresentanti dell’Anci, del Sac e del Consorzio Cuore di Puglia, nonché membri delle associazioni di categoria attive sul territorio. Seguono il sabato e la domenica presso la Biblioteca Comunale le conferenze organizzate rispettivamente dall’Associazione La Goccia e dal gruppo Lions di Putignano, che con la loro partecipazione confermano il trend, amplificato rispetto al passato, del coinvolgimento delle realtà associative locali. D’altra parte alla presenza del circolo Legambiente, che propone l’attività “Lega l’Ambiente al bosco”, si affianca la presenza della Libreria Lik e Lak che propone “Storie dal sottobosco”, un imperdibile laboratorio di letture a tema dedicate ai più piccoli. Immancabile la collaborazione della Fondazione del Carnevale, che per l’occasione presenterà l’anteprima dell’edizione del Carnevale 2016, nonché la partecipazione di alcuni ristoratori putignanesi che con “Funghi e Farinella sposi in tavola” riconfermano il progetto culturale dedicato alle degustazioni tra storia e tradizione.

La scelta del centro storico quale location della manifestazione focalizza ancora una volta l’attenzione dell’Amministrazione sulla valorizzazione delle bellezze monumentali del paese e del suggestivo percorso della “chiancata”, dove troveranno posto stand espositivi e di degustazione: le piazze principali del borgo antico inoltre ospiteranno, nelle serate di sabato 17 e domenica 18 gli spettacoli musicali dei “Panama Band”, “Punto Zero” e “Taranta Fil”.

Confermato come l’anno scorso l’appuntamento fuoriporta della domenica mattina presso La Locanda del Gal (Masseria Suite 801) dove, a cura dell’Associazione L’isola che non c’è sarà possibile effettuare passeggiate guidate nel bosco e partecipare ad attività ludo-didattiche dedicate ai più piccoli.

Novità assoluta della 20ma edizione è il “gemellaggio” gastronomico con il Comune di Acquaviva delle Fonti, iniziativa nata nell’ambito del progetto “Cuore della Puglia”. Il Comune di Acquaviva sarà ospite a Putignano con uno stand “rosso e gustoso” dedicato alla degustazione dell’amata e caratteristica Cipolla Rossa tipica di Acquaviva e, sulla base della stessa collaborazione, uno stand delle due associazioni dei cercatori di funghi putignanesi sarà presente durante la contestuale Sagra della Cipolla Rossa di Acquaviva nei giorni 17 e 18 ottobre. Un metodo di lavoro quello adottato in fase di programmazione dell’evento, che continua a dar vita a nuove forme dinamiche di cooperazione non solo tra l’Amministrazione e le Associazioni locali, ma anche tra le diverse istituzioni. Significativo in tal senso è che la Sagra abbia ricevuto per la prima volta il patrocinio delle principali istituzioni territoriali, dalla Regione Puglia, alla Città metropolitana di Bari, all’Anci, al Sac de La Murgia del Trulli, al consorzio Cuore della Puglia.


Scarica il programma "Bosco e funghi a Barsento"

Scarica pieghevole - lato B