Puglia Eternit Free - Campagna di informazione sul rischio amianto | Numero verde: 800 131 026 | CLICCA QUI PER ADERIRE AL CENSIMENTO GRATUITO
Toggle Bar

La Manifattura addormentata

on . Postato in Iniziative

Giornata di risveglio socio-ambientale e di partecipazione attiva di un luogo simbolo dell’VIII Circoscrizione di Bari

la manifattura addormentata‘La Manifattura addormentata - Giornata di risveglio socio-ambientale e di partecipazione attiva’. Così è stata definita l’iniziativa organizzata nella giornata di ieri, 4 giugno, alla vigilia della Giornata mondiale dell’ambiente, presso l’ex Manifatturadei tabacchi, luogo simbolo dell’VIII Circoscrizione di Bari.

Un teatro di risveglio socio-ambientale, tra iniziative di educazione ambientale, teatro, co-progettazione e partecipazione attiva. L’evento, realizzato nell’ambito di Finis Terrae - il progetto di riqualificazione socio-culturale della VIII Circoscrizione di Bari (quartieri Libertà-Marconi-San Girolamo-Fesca) con il sostegno di Fondazione con il Sud, è stato organizzato da Legambiente Puglia in collaborazione con Effetto Terra, associazione di agricivismo urbano, Granteatrino di Paolo Comentale e con l’associazione di promozione sociale Learning Cities – La rete delle città che apprendono.

 

La giornata è cominciata con lo spettacolo di burattini “La Belladdormentata”,  fiaba antica che è tornata a vivere in chiave moderna grazie agli allievi del corso per giovani
Burattinai, organizzato dalla Casa di Pulcinella nell’ambito del progetto Finis Terrae, per narrare, attraverso attori e burattini, il valore profondo e il simbolico della città e dei sogni legati ad essa.
Tutti i temi della vicenda - dalla nascita della bambina alla cerimonia dei doni, dal malvagio sortilegio al finale risveglio - sono stati ripercorsi in un intrecciarsi di momenti narrati e azioni sceniche con i burattini, sottolineati dalle musiche originali.

A seguire i presenti sono stati impegnati nelle attività di guerrilla gardening che hanno coinvolto sia gli alunni delle scuole primarie - già coinvolti per tutto l’anno in laboratori di educazione ambientale a cura di Legambiente Puglia – sia dei cittadini che hanno aderito a quest’azione di restyling del verde della ex Manifattura. Il guerrilla ha visto la piantumazione di esemplari tipici di un giardino mediterraneo come piante grasse, fiori, essenze. Fondamentale è stata la collaborazione di Effetto Terra, associazione che propone l’utilizzo delle attività agricole in zone urbane per migliorare la vita civica e la qualità ambientale-paesaggistica attraverso la ricostruzione di percorsi relazionali e conviviali: costruire insieme, a partire dalla scuola e dal quartiere, una cultura fondata sul rispetto dell’altro, sulla solidarietà, sul senso civico-ecologico e sull’ amore per il luogo di appartenenza e più in generale per il Pianeta.

Per tutto  l’arco della giornata l’associazione Learning Cities è stata protagonista veicolando l’idea di un’azione di progettazione partecipata, finalizzata ad avviare una riflessione collettiva sul tema degli spazi pubblici nell’VIII Circoscrizione di Bari, consolidando la dimensione relazionale e identitaria dello spazio pubblico e dei servizi. L’iniziativa “L'OTTAVA A QUATTRO MANI - CO-PROGETTARE L'VIII CIRCOSCRIZIONE PER DARE VOCE AI SOGNI DELLA CITTÀ” promuove infatti il concetto di ‘cittadinanza attiva’ e di ‘progettazione partecipata’ mediante il coinvolgimento attivo dei cittadini e delle reti presenti sul territorio in processi di co-produzione di politiche pubbliche in partenariato con le Università, la Regione Puglia e il Comune di Bari.

Fra le attività della giornata vi sono stati anche veri e propri momenti di confronto con la cittadinanza e con le associazioni socio-economiche e culturali presenti, per valutare proposte progettuali relative agli spazi pubblici dell’VIII Circoscrizione. Il dibattito ha visto anche la partecipazione di esperti di programmazione partecipata, dell’Università degli Studi di Bari e di alcuni rappresentanti di enti locali e delle istituzioni che hanno discusso sulle modalità partecipative di valorizzazione e salvaguardia degli spazi pubblici urbani sfruttando e condividendo le idee progettuali maturate ‘al basso’.

Su questo link trovate le foto dell'iniziativa: bari.repubblica.it

Si parla della guerrilla gardening e di ft al tg di Telebari: