Puglia Eternit Free - Campagna di informazione sul rischio amianto | Numero verde: 800 131 026 | CLICCA QUI PER ADERIRE AL CENSIMENTO GRATUITO
Toggle Bar

Legambiente su decreto salva Ilva bis

on .

Il Senato approva definitivamente il Decreto salva Ilva bis. Legambiente: "Grave errore confermare il testo con le modifiche peggiorative introdotte dalla Camera dei deputati"

 

ilva

"Si tratta dell'ennesimo grave errore nella ricerca della soluzione alla pesante vertenza ambientale e sanitaria di Taranto". E' questo il commento di Legambiente, in una nota congiunta firmata da Stefano Ciafani, vicepresidente nazionale dell'associazione, Francesco Tarantini, presidente regionale, e Lunetta Franco, presidente del circolo di Taranto, sull'approvazione definitiva da parte del Senato del decreto salva Ilva bis nella versione che mantiene tutte le modifiche peggiorative introdotte alla Camera dei Deputati.
"Il decreto avrà come conseguenza un ulteriore intollerabile allungamento dei tempi di attuazione delle prescrizioni imposte dall’AIA, l'eliminazione della figura del Garante e il depotenziamento della Valutazione del Danno Sanitario. Grazie al decreto se la valutazione del danno sanitario desse esiti catastrofici, non comporterebbe un riesame automatico dell’Aia che può essere richiesto dalla Regione, ma può essere negato dal Governo. Nello stesso decreto si prevede che la valutazione del danno sanitario debba essere conforme ai criteri metodologici - molto meno protettivi della salute pubblica rispetto a quelli utilizzati da ARPA Puglia in base alla legge regionale - stabiliti da un decreto interministeriale ancora all’esame della Corte dei Conti. Ora non resta che attendere il Piano che dovrà essere redatto dal Comitato dei tre esperti e, a seguire, il Piano Industriale, che risultano a questo punto decisivi per capire se è ancora possibile sperare in un ammodernamento impiantistico radicale del polo siderurgico tarantino, unica strada per tutelare l'ambiente e la salute, oltre che l'occupazione".